Borse giù con caos Brexit e ansia su Usa-Cina. Wall Street ancora in rosso

Borse giù con caos Brexit e ansia su Usa-Cina. Wall Street ancora in rosso

Ecotassa auto spacca il governo, ecco una controproposta a costo zero

Il caos Brexit e l’apprensione sui negoziati Usa-Cina non danno chances di ripresa alle Borse europee anche alla luce dei tonfi messi a segno venerdì da Wall Street che oggi, dopo un’apertura sulla parità, è scivolata in rosso. Solo Londra (segui qui l’andamento) è positiva grazie allo scivolone della sterlina seguito alle indiscrezioni secondo cui il primo ministro britannico Theresa May è pronta a rinviare il voto del Parlamento sull’accordo di uscita dall’Ue in calendario domani: la valuta britannica è ai minimi dall’estate scorsa nei confronti di dollaro e euro. In rosso gli altri listini europei con le auto ancora in discesa.

«Questi ultimi giorni dell’anno appaiono infatti ancora carichi di tensioni su vari fronti. – è la fotografia scattata da Mps Capital Services – L’arresto di Lady Huawei è stato visto come una minaccia al buon esito delle trattative commerciali in corso. A questo, si sono aggiunte le dichiarazioni nel fine settimana del rappresentante del commercio USA, secondo il quale difficilmente si arriverà al primo marzo con un accordo che, se non raggiunto, farà scattare nuovi dazi. Allo stesso tempo resta aperta la questione italiana con il primo ministro che in questi giorni presenterà una controproposta all’UE. Clima teso anche in Gran Bretagna alla vigilia del voto in Parlamento al nuovo accordo Brexit ed in Francia dove stasera il presidente Macron presenterà la sua offerta ai gilet gialli».